Si, il discorso è bello, ma qui non si vusca una lira!

…E siamo al terzo. Siamo al terzo governo voluto dal presidente della repubblica. “Ma che scherzate?” ha commentato. Si figuri! Come potrei farlo! …Con quel caratterino che si ritrova! Il vilipendio è sempre dietro l’angolo…Però! C’è ne vuole di coraggio, per fare a meno di tutti quei percorsi istituzionali che una democrazia dovrebbe possedere di suo, e che il capo dello stato è chiamato lui il primo a risponderne?…

E’ la notizia del giorno l’annuncio di un nuovo capo del governo e del suo programma.

…Ho dei soldi per comprare dei quaderni, e vado in cartoleria. Un centro buffetti che è lì da 23 anni. Sta chiudendo.

La cartoleria.

L’ampio tre luci di fianco alla banca è in fase di smantellamento. Le vetrine, i ripiani, i tavoli e gli espositori stracolmi di tutto quanto può far brillare gli occhi a chi ama cancelleria e libri e penne e carta e colori, quaderni, block notes e postit. Colle e gomme, temperamatite non c’è più. Lo scheletro del grande magazzino è a nudo. Il poco assortimento rimasto è affastellato a caso verso il centro.

Il signor C. si passa una mano nervosa tra i capelli. “E che devo fare?” dice con uno scatto contenuto, uno sguardo intorno furtivo, per capire se qualcuno stesse ascoltando le sue parole in quel grande spazio semi deserto. “Che devo fare?” disse sottovoce così come quarant’anni di “pubblico” gli hanno insegnato, che ad alzare la voce ci si comportasse da maleducati. Comunque. Ho davanti a me un sessantino ben portato, che si mortifica raccontando che ha licenziato e riassunto i suoi collaboratori. Finchè non può farlo più. Michele, che si vuole sposare e si è messo sulle spalle un mutuo per la casa. Giovanni che di figli ne ha tre, ed a 57 anni non sa dove deve andare…Stare lì con lui mezz’ora da la misura di quello che sta passando. E un continuo dire a tutti che sta chiudendo, che non può più pagare affitti e bollette, interessi bancari ed il magazzino. E ci sono gli stipendi da pagare. Avranno chiamato almeno cinque ditte di forniture che gli chiedono soldi. Tutti vogliono soldi. Ma sanno come è combinato il signor C.. I soldi, non se li è mangiati. Sanno come è combinato il signor C. Che è lì in negozio a svendere quel che rimane per fare un pò di soldi e pagare quel che si può. “vado a Malta, all’estero…” mormora. Poi sembra ripensarci…”ma se non so l’inglese dove vado?”…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...