TEMPO DA LUPI

third stone from sun

Aspettare ancora non si può. Non si può rimandare di un mese, o addirittura a gennaio, una decisione che va presa subito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aspettare ancora non si può. Non si può rimandare. Una decisione che va presa subito.

http://www.huffingtonpost.it/2012/11/23/bilancio-ue-tutti-contro-tutti_n_2176788.html?utm_hp_ref=italy

P.S. per il momento i miei post sono “sperimentali”…Un work in progress che toglie tempo, o forse lo aggiunge, alla scrittura. Sto provando a sistemare i miei post per renderli più “appetibili” alla lettura.

C’è tanta storia da raccontare, ed a me piacciono le storie. Le storie del mondo. Ma intanto, non si può aspettare. Si rischia grosso a perdere ancora del tempo prezioso, oggi che il mondo si muove in punta di clic. Gennaio, può essere lontano…Ed in giro per le città d’europa non tira aria buona. In tutti i sensi.

Vorrei chiedere alla categoria dei politici che contano di fare, non SUBITO, PRIMA.
 
Cosa pensano di fare per rimettere un pò di danaro nelle tasche dei cittadini. 

Il governo ha scatenato la caccia contro coloro che soffrono già un salasso ossessivo, toglier cinquanta euro al pensionato e perde tempo sulla patrimonale…compra f16 e fa scendere i malati in piazza con tutti i letti…parla di elezioni, mentre non si accorge che la misura è colma, il livello di “balcanizzazione” si è manifestato.

Corruzione e mancanza di servizi. Cariche tra manifestanti e polizia. Teatrini politici che si susseguono, tingendosi delle tinte fosche che intrecciano stato e malaffare, sempre più poveri che sostengono il peso di un errore ed orrore, pensato da pochi individui che stanno perpetrando il piano del governo del mondo, svincolano da oneri nei confronti dei cittadini.

Transcapitalismo che va oltre la sovranità popolare, che toglie alle popolazioni ogni diritto, per dir loro come vivere, come pensare, cosa fare, come agire. Loro decidono per tutti. Il gruppo si inizia a delineare, se teniamo conti delle informazioni di cui disponiamo e della capacità che abbiamo di elaborarle, queste informazioni. Possiamo ripercorrere i passi che ci hanno condotto fin qui, e capire dove abbiamo perso la strada…Si rischia di tornare a tanti anni fa, addirittura secoli, ma un punto importante c’è. Un punto della storia recente, che porta a compimento il piano del transcapitalismo, che ci interessa più da vicino, perchè in questo piano, noi cittadini, siamo la vittima designata. Questo punto della storia che ci condanna cade il giorno in cui si ratificò il trattato di Lisbona.

Il trattato di Lisbona Già Wikipedia abbonda di notizie. Ma è interessante capire la versione di questi fatti raccontata da una stampa non allineata, i nomi non mancano. Paolo Barnard è uno di questi. Un tipo che di reporter capace di fronteggiare argomenti che possono fare rabbrividire i potenti della terra…Il furore fa parte del personaggio, ma nessuno può contestargli i dati. Lì è un fanatico. Capace di leggere nelle carte dei governi e delle multinazionali, nella storia, nella geografia, per convalidare la ricerca della verità, da troppo tempo, ormai, grande assente della vita delle popolazioni. Nessuno racconta la verità. Per paura.

Paolo Barnard va ascoltato. La sua informazione chiama a gran voce il ripristino della dignità dei popoli.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...