Morte di un calciatore

Non si può stare con la porta delle emozioni sempre aperta. Si rimane senza fiato, si rischia di perdere i sensi.

Eppure ogni giorno siamo bombardati da notizie che per alcuni hanno un risvolto tragico. Come i tanti, pare siano già 21, che si sono tolti la vita perchè non hanno lavoro. Ieri è morto un giovane giocatore. Si è accasciato in diretta, davanti a migliaia di spettatori. I vari tg hanno dato il peggio per potere dare maggiore dirompenza alla notizia, pescando a piene mani nella struggente storia di Morosini, Calciatore venticinquenne.

Non ho visto le immagini. Non ho avuto voglia di cercarle in rete. Mi è venuto il magone. Il calcio si è fermato. Ciao Morosini, spero tu possa giocare nei campi del Signore, lì si troverai “solocosebelle” .

Avrei voluto che si fermasse qualcosa per ognuno dei ventitre  suicidi prodotti dalla crisi. Avrei voluto che i politici si fossero zittiti per un pò: smettano questa ipocrisia che ha rovinato un paese. Quei politici che non decidono niente, postergano tutte le decisioni da prendere e giocano con vecchie strategie, ormai sputtanate da tempo. Che l’abc (alfanobersanicasini ) non faccia altri danni. Restituiscano i soldi che hanno avuto: ne hanno fatto un pessimo uso, a tenere conto dello stato delle cose. Destra, sinistra, centro, sopra, sotto non ha importanza. E’ la categoria più indecente, capace di dire tutto ed il contrario di tutto. Una categoria di “ladri con la penna in mano”, arraffoni e arruffati, di nessuna caratura morale. Che non dicano stronzate, sopratutto ai tg televisi. Anche se per loro, i politici, la tele è un bacino d’utenza sostanzioso, si ricordino che tanta gente è in rete. Tanta gente legge, si informa, partecipa. Qui siamo in guerra. Una guerra che non si vede. Ma è una guerra, il combattimento giornaliero della vita. Siamo ad un livello di qualità bassissimo e i politici discutono dell’articolo 18, producono esodati e poche frasi di circostanza sulla disoccupazione giovanile.

Non si conosce un progetto per lo sviluppo, non ci è dato di sapere chi sono i colpevoli delle stragi di stato, i partiti totalmente inaffidabili, nessuna idea sul come fare ripartire un motore fermo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...