Ma quannu mai…

Sono qui ad ascoltare gli astanti mentre guardano i libri. Guardano. E non comprano. Le case sono piene di libri, non c’è più posto dove metterli… Così dicono. Poi chiedi cosa hanno letto. E lì comincia il casino. Titoli ed autori ormai sono nell’aria, mediati da tivvu’ e stampa, ed ognuno può mettere insieme un idea, una critica. Il problema inizia nel momento in cui entri un pò nello specifico.

Gadda  ha scritto la “Metamorfosi” e “Julien Wilde” il vero capolavoro della letteratura, Oscar Wilde. Il riferimento è il “Ritratto di Doryan Gray” che qualche profesoressa, comunista con il drink in mano, continua a proporre a ragazzi e ragazze che vivono una vita tre volte più intensa della profe, che sta a casa dai genitori e di sesso, d’esperienza in questo campo, ne sa ben poco.

A scanso di equivoci, bisogna subito dire che non c’è l ‘ho con i profe. Ma se fossero un pò più presenti a loro stessi… non sarebbe male.

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...